PASUT ALBERICO

Soluzioni per il risparmio energetico

Tecnici al tuo servizio!

Domande frequenti (F.A.Q.)

Come funzionano le detrazioni fiscali del 36%, 50% e 55% per il risparmio energetico? (Decreto Sviluppo 2012)

 Da Luglio 2012 è entrato in vigore il nuo Decreto Sviluppo sulle detrazioni irpef. La novità maggiore è l'innalzamento della detrazione del 36% che viene portata al 50%. Vediamo in dettaglio cosa cambia:

 
«Art. 11 - Detrazioni per interventi di ristrutturazione e di efficientamento energetico
1. Per le spese documentate, sostenute dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 30 giugno 2013, relative agli interventi di cui all’articolo 16-bis, comma 1 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, spetta una detrazione dall’imposta lorda pari al 50 per cento, fino ad un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare. Restano ferme le ulteriori disposizioni contenute nel citato articolo 16-bis.
2. All’articolo 1, comma 48, della legge 13 dicembre 2010, n. 220, dopo il primo periodo è aggiunto il seguente: «Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2013 al 30 giugno 2013, fermi restando i valori massimi, le detrazioni spettano per una quota pari al 50 per cento delle spese stesse».
3.  All’articolo 4, comma 4, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, l’ultimo periodo è soppresso; la presente disposizione si applica a decorrere dal 1° gennaio 2012
 
Possiamo schematizzare così le nuove disposizioni:
 
Detrazione RISTRUTTURAZIONI
 
fino al 25 giugno 2012
dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013
dal 1° luglio 2013 in poi
36% (max 48.000 €)
50% (max 96.000 )
36% (max 48.000 €)
 
Detrazione RIQUALIFICAZIONI ENERGETICHE
 
dal 1° gennaio 2012 al 31 dicembre 2012
dal 1° gennaio 2013 al 30 giugno 2013 
55% (*)
50% (*)
 
*) Il limite di detrazione delle spese sostenute varia a seconda dell’intervento.

In pratica:
  la DETRAZIONE IRPEF per le RISTRUTTURAZIONI degli edifici, resa permanente ad inizio anno (*), è innalzata – dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013 – dal 36 al 50%. Il limite di detrazione delle spese sostenute passa, nello stesso periodo, da 48.000 euro a96.000 euro per unità immobiliare (la “maggiorazione”, in pratica, vale un anno e poi si tornerà – dal 1° luglio 2013 – al 36% e ad un max di 48.000 euro per unità immobiliare).
 
Questa detrazione, da ripartire in 10 anni, è applicabile anche alla realizzazione di “opere finalizzate al risparmio energetico”quali, ad esempio, la sostituzione di un vecchio generatore con una caldaia ad “alto rendimento” come le caldaie convenzionali – ovvero non a condensazione – descritte sul sito Riello;
 
  la DETRAZIONE (IRPEF o IRES) per la RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA degli edifici, prevista al 55% fino al 31 dicembre 2012, sarà prorogata – dal 1° gennaio al 30 giugno 2013 – ma al 50%.
 
Questa detrazione, da ripartire in 10 anni, è applicabile:
 fino a 60.000 €, all’installazione pannelli solari per la produzione di acqua calda (rif. L. 296/06 art. 1, c. 346 e s.m.i.);
 fino a 30.000 €, alla sostituzione impianti di climatizzazione invernale (rif. L. 296/06 art. 1, c. 347 e s.m.i.) con caldaie a condensazione o con pompe di calore ad alta efficienza e contestuale messa a punto ed equilibratura del sistema di distribuzione;
ed agli altri interventi previsti dall’art. 1, commi da 344 a 347 della Legge 296/06 e successive modifiche ed integrazioni
 
Restano invariate le procedure per l’ottenimento delle due agevolazioni.